Scarico macerie edilizia: come svolgerla correttamente

Agosto 27, 2021
Cormidi

All’interno di cantieri e aree in lavorazione è inevitabile la produzione di rifiuti che necessitano di essere smaltiti nel modo più corretto possibile. Garantire ciò per ogni attività di costruzione o di demolizione significa evitare un intaccamento grave all’ambiente, per una giusta salvaguardia della natura. Inoltre, proprio per stimolare un atteggiamento coscienzioso, sono in vigore delle norme specifiche in materia che prevedono sanzioni penali e multe non indifferenti per chiunque non le rispetti.

Come svolgere, quindi, nel modo corretto lo smaltimento dei rifiuti? Un ruolo importante lo gioca sicuramento lo scarico delle macerie in edilizia: scopriamo in questo approfondimento come, e tramite quali mezzi, è possibile attuarla al meglio.

Le macerie edili: di quali rifiuti si tratta?

Generalmente i rifiuti edili che derivano dagli scarti e dalle demolizioni sono composti da materiale inerte, come a esempio calcinacci di intonaco, cemento o laterizi. Proprio per la loro natura resistente, essi vengono definiti come rifiuti speciali, ovvero eliminabili all’interno di discariche dedicate e non in quelle comuni per rifiuti urbani. All’interno delle apposite discariche, infatti, sono presenti impianti di trasformazione che eseguono il riciclo di questi materiali non nocivi.

Lo smaltimento di questi rifiuti compete, per legge, a chi produce e crea le macerie stesse. Sarà quindi a carico di una ditta quando i lavori e la produzione di rifiuti vengono svolti da un’impresa, mentre a carico del proprietario dell’immobile nel caso in cui avesse eseguito in proprio tali lavorazioni.

Ma come trasportare in sicurezza questi materiali fino alla discarica? Sul piano pratico, infatti, i materiali di lavorazione e le macerie necessitano di essere movimentati da dentro e fuori l’ambiente di lavoro, spesso provvisto di accessi limitati e spazi ristretti di case e appartamenti. Per gli operatori è fondamentale liberare gli ambienti in modo veloce e sicuro in modo tale da poter procedere con il resto delle attività muovendosi in modo libero, senza ostacoli o ingombri fastidiosi.

Come caricare e trasportare le macerie in semplicità

Per svolgere gli spostamenti delle macerie dall’interno di un’abitazione fino ai mezzi esterni che le depositeranno nella discarica adeguata, esistono macchinari appositi dalle caratteristiche performanti. Uno di questi è proprio la motocarriola: mezzo piccolo, veloce e resistente in grado di spostare senza difficoltà materiale ingombrante e pesante.

Per trasportare le macerie da un luogo all’altro la scelta migliore studiata da Cormidi è il minidumper Cormidi C55.

Scarica le macerie edili con Cormidi: il modello C55

La C55 è la carriola a motore più piccola della serie professionale, con capacità di trasporto di 550kg. Le sue piccole dimensioni le permettono di essere estremamente versatile per molteplici situazioni di lavoro: in particolare, favorisce il passaggio anche in spazi angusti e attraverso le entrate limitate delle case per completare lavori di edilizia e per spostare le macerie da un luogo all’altro.

Alcuni dei suoi vantaggi sono:

–  Cassone sollevabile in grado di scaricare in altezza il materiale con la massima facilità e che, grazie al meccanismo estremamente robusto del braccio hi-tip, raggiunge un’altezza di 154 cm. Il cassone Cormidi è rinforzato e presenta angoli arrotondati in modo tale da poter scaricare qualsiasi tipo di materiale, con un angolo di ribaltamento fino a 79°.

–  La benna incorporata di tipo “fisso” che permette di caricare le macerie nel cassone in velocità e sicurezza.

–  Cingoli in gomma e supporto cingoli per un movimento privo di incertezze e scorrevole, con una stabilità senza paragoni. L’equilibrio dell’operatore è dato anche dalla pedana ammortizzata che ne garantisce una guida piacevole, dalle vibrazioni limitate.

Questi sono solo alcuni dei suoi vantaggi: per scoprirli tutti consulta la scheda tecnica e scoprine i dettagli.

Conclusioni

Sono molteplici le esigenze che nascono all’interno di un cantiere edile: una di queste è proprio la necessità di trasportare e spostare velocemente il materiale di scarto. Per lo scarico delle macerie in edilizia è possibile sfruttare la robustezza e la versatilità dei minidumper, carriole a motore che trasportano il materiale da dentro a fuori un’abitazione in breve tempo e con facilità. Per un passaggio sicuro all’interno delle abitazioni, Cormidi ha studiato il modello di motocarriola C55, le cui innovazioni semplificano e accompagnano l’operatore nella fase di carico e scarico delle macerie per un risultato di lavoro impeccabile.

Hai qualche domanda su questo argomento, e desideri ricevere maggiori informazioni sulle prestazioni Cormidi? Siamo qui per te! Contattaci: ti risponderemo al più presto.